ABITI DA SPOSA A CONFRONTO: CIÒ CHE PER TE È ASSURDO PER ALTRI È LA NORMALITÀ!

Se parliamo di abiti da sposa non possiamo non pensare al bianco, o al massimo ad una sua variante, ma in realtà l’abito nuziale non assume per tutte le culture lo stesso colore. Anche per noi il colore bianco diviene tradizione solo dopo il diciannovesimo secolo; la sua origine è da attribuire al vestito che indossò la regina Vittoria quando si sposò nel 1840, con Alberto di Sassonia-Coburgo-Gotha.

image

Tempo fa dissi a mia madre: “non è male il rosso come colore di abito da sposa”. Ricordo la sua espressione tra lo stupito e il “sei pazza”! Ma in realtà ciò che stupisce o scandalizza qua magari è normale in un’altra cultura, come sempre è tutto relativo.
Per esempio in India l’abito è tipicamente rosso e verde, per simboleggiare fortuna e fertilità. Io trovo che siano bellissimi!

image

image

image

Inoltre, il giorno prima del matrimonio, un esperto di mehndi dipinge sulle mani e sui piedi della sposa, ma anche dello sposo, dei bellissimi disegni all’hennè. Questo rito si chiama Mehndi-ki-RaatImmaginate “tatuarsi” così le mani prima di un matrimonio qui in Italia…
E forse non tutti sanno che c’è un abito da sposa ALGERINO che per la sua preziosità è diventato patrimonio dell’Umanità. Infatti dal 5 Dicembre del 2012 è possibile trovare sulla lista dell’Unesco anche il costume tradizionale nuziale della città di Tlemcen. Questo abito viene confezionato con dei rituali antichissimi, richiedendo molto lavoro e specifiche abilità.

image

image

image

E chi ha detto che il matrimonio deve durare un solo giorno? Ci sono luoghi  come il Marocco dove  dura dai 3 ai 7 giorni. Ovviamente non puoi avere un solo abito, e il bianco è il colore usato per il primo giorno.
In Cina e nel Vietnam l’abito è ancora una volta rosso. E in giappone per tradizione si usa il kimono, bianco ancor prima che da noi divenisse usanza.

image

image

In Portogallo, prima del XX secolo il vestito della sposa era nero.
Sono tante le cose che possono sembrarci strane, ma che in realtà di strano non hanno nulla, se non il fatto che nessuno ce le ha inculcate fin da bambine.
Inoltre Immaginate di trovare un ragno nel vostro abito. Può sembrarvi spaventoso, ma per gli inglesi è segno che sarà un matrimonio fortunato!
Così come la pioggia per noi e per gli indù!
O ancora, vi siete mai chiesti il perchè della fede sull’anulare?
Le fedi si mettono sull’anulare poiché in Egitto si credeva che in questo dito scorresse la vena connessa direttamente al cuore.
Ci sono tante cose che diamo per scontato, ma in realtà la loro nascità è spesso associata a determinati significati come ad esempio la tradizione della damigella d’onore, che nasce in epoca romana, in cui le damigelle, vestendosi esattamente come la sposa, erano considerate dai romani una protezione per la fanciulla. Infatti questo era anche un modo per ingannare gli spiriti malvagi che non l’avrebbero riconosciuta.
E i testimoni?
I primi testimoni erano guerrieri, generalmente amici dello sposo, e dovevano difendere la sposa da possibili sequestri.
Insomma c’è tanto da sapere anche sulle cose che già conosciamo.
Xoxo RagazzaRosa

Hai capito mamma? Tutto questo per dirti che ho comprato l’abito rosso! SEGUITEMI ANCHE SU FACEBOOK

  • http://larelladisofia.wordpress.com Larelladisofia

    Che bello questo post! Fa strano pensare all abito da sposa nero…comunque hai fatto bene a prenderlo rosso se è davvero quello che vuoi, sei tu la sposa, non gli altri!!!
    http://Larelladisofia.com

    • http://ragazzarosa.wordpress.com ragazzarosa

      Ahah, no era ironico! Io non l’ho ancora comprato! E quindi ancora non è detto, rimane sempre una possibilità concreta e a mio parere affascinante! Certo l’abito nero fa strano anche a me! Ma pensa che in alcune culture come in quella cinese e indiana il bianco è segno di lutto…pensa a loro come deve sembrare strano!

      • http://larelladisofia.wordpress.com Larelladisofia

        Ah ok! Pensavo lo avessi già preso! Del bianco lo avevo sentito e fa strano anche quello…