Come l'erica di Cime tempestose!

“Così ho deciso che bisogna essere come quei fiori di montagna, che nascondono una forza a mio parere molto più interessante di qualsiasi ben definito petalo di un fiore di campo. Loro crescono e perdurano anche in ambienti ostili.”

Questa frase tratta da un mio articolo mi porta alla mente una storia bellissima anche se molto triste: Cime tempestose.
image
Il romanzo di Emily Bronte racconta l’amore tra Heathcliff e Catherine, un amore osteggiato in vita ma talmente forte da perdurare oltre di essa.
Il pezzo successivo è uno stralcio di dialogo tra Heacliff e Isabel, pretendente al suo cuore ma ignara che questo sarà per sempre di Catherine, e che qualsiasi parola le rivolga è in realtà destinata all’amata, che stava ascoltando la conversazione in cima alle scale:

L’ha mai osservata la brughiera, Isabella? È tormentata dai venti, dalle tempeste, dai ghiacci dell’inverno, eppure l’erica resiste, rimane attaccata alla sua terra sempre e comunque, non la tradisce mai, non l’abbandona per rifiorire in posti più tranquilli. Le sue radici non muoiono, sanno che il loro destino è legato alla brughiera, anche se aspra e ostile. Ma l’amano così com’è, senza riserve. Io ho sempre sognato una donna nella mia vita. La immaginavo forte, forte come l’erica di queste vallate e capace di amare allo stesso modo. E lei, Isabella? Lei è come l’erica? O è pronta ad appassire ai primi inverni, ai primi freddi…

Ho sempre sostenuto che bisogna circondarsi di persone che ti rendono felici e soprattutto sereni, ma questo non deve farci dimenticare che è nelle difficoltà che bisogna tenersi più stretti!

  • LAURA

    LA NATURA IN MONTAGNA TI FA CAPIRE CHE LA VITA è OVUNQUE, BASTA VOLERLO!
    http://www.agoprime.it

    • http://ragazzarosa.wordpress.com ragazzarosa

      Si è troppo vero 🙂

  • http://mammachechic.wordpress.com denisemunda

    Che evasione leggerti! È un piacere leggere il tuo blog 😉

    mammachechic.wordpress.com