Miss Italia 2015: vi prego, mandatela nel 1942 (video all’interno)

imm

Il web si infuria, per un italia che elegge una miss Italia che parla della guerra come fosse un parco giochi. Certo, non è stata eletta per la presidenza (per fortuna non ancora, ma i presupposti ci sono tutti), ma ciò che ha detto non è solo stupido (può capitare a tutti di dire una cavolata)… il vero problema è che le sue frasi hanno un significato irrispettoso, verso chi c’era e ha perso la sua vita. E per rendere l’idea vi lascio con ciò che ha scritto una ragazza, che rispecchia molto il mio pensiero:

“Vorrei essere nata nel’42, per vivere la Seconda Guerra Mondiale. Sui libri ci sono pagine e pagine, io volevo viverla per davvero, poi essendo donna non avrei nemmeno dovuto fare il militare”.
Questa l’esternazione della nuova miss Italia 2015.

Ti giudico perché a 18 anni dovresti essere fresca di studi e ne sai zero della storia e del male che porta la guerra ma hai comunque il diritto al voto.
Questa cosa è inaccettabile.

Alice Sabatini, vallo a dire alle donne della resistenza che c’han rimesso la vita ed in cambio hanno avuto una medaglia che la guerra l’han fatta solo gli uomini.
Vallo a dire ad Irma Bandiera, ad Elsa Oliva, a Teresa Mattei, che a 17 anni venne radiata da tutti gli istituti del Regno perché, dopo aver ascoltato in classe l’intervento di un professore inviato dal regime a far propaganda razzista, si alzò in piedi e disse: “Io esco perché non posso assistere a queste vergogne”.
Dillo a Marina Ginestà e a Walkiria Terradura.
Ad Ines Bedeschi che era nel fiore della vita e se la sarebbe voluta vivere tutta per intero, invece la dette da partigiana pur di non salvarla col tradimento.
Ad Ancilla Marighetto che aveva 18 anni come te e l’han freddata sui monti fra il Veneto e il Trentino, dopo essere stata torturata per cavarle informazioni sugli altri membri della resistenza che erano con lei e che lei non tradì. La

guerra è stata combattuta anche dalle donne e quelle donne han fatto la storia.
Tu hai fatto miss Italia.
E al massimo puoi fare la pubblicità della Rocchetta. (Sara Freddini)

Mi rendo conto che l’ emozione le ha giocato un brutto scherzo (almeno spero), quindi non credetevi Albert Einstein solo perchè potete attaccare qualcuno che ha detto qualcosa di evidentemente stupido.

Vi lascio con questo video che ironizza sull’accaduto, dicendo prima però, che non voglio giudicarla anche se forse una scarpa in testa  potrebbe risolvere i suoi problemi.
xoxo RagazzaRosa

Che ne pensate?